giovedì

DOVE LO BUTTO?



Il sito di AMA Roma riporta le indicazioni per smaltire nel modo giusto determinati materiali che troppo spesso non sappiamo dove gettare. E per pigrizia e ignoranza finiscono nel posto sbagliato, diventando ulteriori inquinanti per il nostro ambiente. 

Ecco allora una lista di quello che in genere ci rende dubbiosi, cerchiamo di farla diventare un gesto quotidiano. 
PILE SCARICHE: vanno buttate in appositi contenitori che si trovano presso le sedi dei Municipi, le scuole, le sedi AMA e anche in alcuni negozi e supermercati.
FARMACI SCADUTI: se fate attenzione vi accorgerete che, presso le farmacie, ci sono dei contenitori bianchi che servono per raccogliere i farmaci scaduti. Trovate questi contenitori anche presso le sedi ASL e le sedi AMA. 
CONSUMABILI DELLA STAMPA: le cartucce di toner, i nastri delle stampanti, le unità tamburo per fotocopiatrici, ecc. si smaltiscono presso i centri di raccolta ingombranti e Raee, nel V Municipio si trova a Villa Gordiani. 
BATTERIE AUTO AL PIOMBO: si smaltiscono all'officina che fa la sostituzione, altrimenti vanno portate nei centri raccolta – V Municipio sempre a Villa Gordiani – o le sedi AMA – V Municipio: via degli Alberini 27, via Renzo Rossi 97, Ponte Mammolo parcheggio metro B. 
INDUMENTI: vanno gettati nei contenitori gialli appositi. 
AMIANTO: tutti i materiali che contengono amianto (canne fumarie, serbatoi per liquidi, camini, coibentazione tubi e caldaie, coperture in eternit) sono rifiuti speciali e pericolosi, bisogna richiedere il servizio di rimozione e bonifica al numero verde AMA 800867035.
MOBILI, RETI, MATERASSI, STENDINI, ELETTRODOMESTICI, COMPUTER ECC.: presso i centri di raccolta (V Municipio: a Villa Gordiani), o in occasione delle raccolte straordinarie domenicali.

sabato

BetMyEye, l'app che fa guadagnare




Bet My Eye è un’applicazione nata nel 2013 che da’ la possibilità di guadagnare piccole somme svolgendo dei servizi legati al marketing. In pratica, le aziende che normalmente hanno bisogno di effettuare delle rilevazioni di mercato si rivolgono agli utenti dell’app affinché vengano eseguite.
Per ogni compito svolto viene corrisposto un pagamento che può aggirarsi mediamente intorno ai 5 euro ma anche qualcosa in più a seconda delle azioni da svolgere, e se si ha del tempo libero - come ad esempio uno studente - può essere un modo per arrotondare.

Per iniziare a utilizzare BetMyEye bisogna scaricare l’app da Google Play o dall’Apple Store e registrarsi, inserendo anche un account Paypal. Dopo questo passaggio si accede alla mappa con le segnalazioni dei compiti richiesti dalle aziende, individuabili da pallini di diverso colore che corrispondono ai vari indirizzi. Scelto il lavoro più adatto da fare ci si prenota e si attende la conferma da parte dell’azienda, a questo punto si hanno 60 minuti per fare il ceck-in e 180 per completare il lavoro e fare l’upload delle immagini che provano che è stato fatto. 
Può consistere, ad esempio, in una indagine di promozione di un prodotto, per cui ci si deve recare presso il negozio stabilito per controllare se sia stato esposto correttamente, scattando le foto e inviandole tramite l’app. Possono essere richieste anche immagini interne al negozio o una interazione con il commerciante, di conseguenza possono aumentare i crediti. Oppure si tratta di rispondere a un questionario basato su criteri specifici.

I lavori devono essere fatti scrupolosamente e rispettando i tempi richiesti, le penalità causate da feedback negativi da parte delle aziende possono inficiare i futuri compiti per i quali ci si prenota, vedendosi rifiutare le candidature.

Ogni missione completata fa aumentare i propri crediti (si viene pagati in crediti convertibili in euro: 100 crediti = 1 euro), la riscossione avviene a 1000 crediti che corrispondono a 10 euro che verranno accreditati di volta in volta sul conto Paypal.
Related Posts with Thumbnails