mercoledì

Cassonetti della spazzatura con wi-fi integrato


ph:rcrwireless

Sembra proprio che gli americani siano sempre un passo avanti a noi in fatto di tecnologia. L’ultima trovata vede protagonisti i bidoni della spazzatura. Eh già, mentre noi, nei nostri piccoli quartieri combattiamo battaglie da terzo mondo, tentando di salvaguardare dal teppismo i miseri cassonetti, gli americani sono a mille anni luce da noi. 
A New York, infatti, i cassonetti dell’immondizia per la raccolta differenziata stanno diventando degli hot spot per navigare gratuitamente.

L’idea di collocare dei wi-fi trash can era già stata testata a Manhattan qualche mese fa dalla Bigbelly, l’azienda che si occupa della nettezza urbana nella Grande Mela. 
Lo scopo primario è scaturito dall’esigenza di offrire ai cittadini e ai turisti una connessione internet gratuita e di qualità (50-70 Mb al secondo), evitando le interferenze con quella dei grattacieli limitrofi. Questi cassonetti, altamente tecnologici, sono alimentati con energia solare attraverso dei pannelli fotovoltaici collocati sul top, inoltre sono programmati per riconoscere quando sono saturi e pronti per essere svuotati, inviando un segnale alla centralina di comando del gestore dei rifiuti cittadini. L'iniziativa è attualmente in attesa di avere il benestare dagli uffici municipali preposti. 
A Londra era già stata sperimentato qualcosa di simile, ma fu bloccato a causa delle problematiche di privacy derivanti (le connessioni attraverso gli hot spot mettono a rischio la sicurezza dei dati personali di chi le usa). Gli americani saranno più disposti al compromesso con la tecnologia che avanza? 


Related Posts with Thumbnails