lunedì

Il fascino delle profezie astrologiche




Milioni di persone credono nella lettura dell'oroscopo, pur non essendoci evidenze scientifiche. Ma c'è qualcosa di attendibile?

 Lo studio dell'astrologia presume di poter individuare le caratteristiche basilari della personalità umana, attraverso la conoscenza degli influssi astrali verificatisi al momento della nascita di un soggetto. Nel caso specifico parliamo di “carta astrologica” o “tema natale”, che dovrebbe aiutarci a capire meglio la nostra natura. L'oroscopo, invece, può essere di lettura quotidiana, mensile, annuale, o essere specifico, ad esempio karmico o di affinità di coppia. Consultare l'oroscopo non è prerogativa di persone con cultura mediocre, vi sono numerose testimonianze di illustri personaggi della politica o dello spettacolo che non sono immuni dal fascino di questa antichissima arte divinatoria. Persino alcune aziende, prima di assumere degli impiegati, fanno calcolare il profilo astrologico dei loro futuri collaboratori. Ma quando nasce l'astrologia?
CENNI STORICI
Le prime testimonianze di pratiche astrologiche risalgono a 3500 anni fa, in Mesopotomia. Attraverso un'osservazione attenta dei pianeti, i babilonesi potevano presagire i cambiamenti meteorologici o il volere degli dei. Studi approfonditi, tanto che erano capaci di creare mappe celesti, disegnare le orbite del Sole e della Luna e calcolare la rivoluzione dei pianeti. Sono stati loro ad assegnare delle caratteristiche a ciascun pianeta, come l'amore a Venere e la forza a Marte.
Svilupparono uno Zodiaco diviso in 12 parti raffiguranti altrettante costellazioni. E ad ogni pianeta fu attribuita una specifica capacità di influenzare la Terra e gli esseri umani.
IMPLICAZIONI PSICOLOGICHE
Se un tempo era normale affidarsi ai segni del cielo, oggi abbiamo bisogno di spiegare tutto attraverso delle prove scientifiche, sebbene l'astrologia continui a destare grande attrazione.
La psicologia spiega che l'affidarsi a un oroscopo costituisce un rito rassicurante che molti utilizzano per esorcizzare la paura del non-conosciuto. Poter leggere il profilo caratteriale di qualcuno, ci mette psicologicamente al “riparo” da sorprese. Che dire però del fatto che molto spesso gli oroscopi ci indovinino? In questo caso sembra che ci facciamo ingannare dalla nostra mente: desiderando una corresponsione, interpretiamo favorevolmente certe risposte.
SCIENZA O NO?
C'è da dire che se da noi l'astrologia non è considerata una scienza, in India si può studiare all'università e conseguire un dottorato in “divinazione stellare”. Per gli indù il confine tra astronomia e astrologia è molto sottile, la tradizione in materia risale al III sec. a. C. e tutt'oggi non viene presa alcuna decisione senza prima consultare gli astri. Anche in Inghilterra, Francia e Stati Uniti è possibile frequentare corsi universitari in astrologia.

C.Orecchini
Related Posts with Thumbnails